05 Lug

Cosa usare come diserbante totale naturale? L’aceto!

Vuoi eliminare le erbacce infestanti utilizzando un prodotto di origine naturale rispettoso dell'ambiente? Parliamo dell'acido acetito, un diserbante naturale efficace e sicuro che permette di eliminare definitivamente le infestanti che invadono bordi di vialetti e fughe di piastrelle. Non ti spieghiamo come creare dei prodotti fai da te, ma ti presentiamo uno dei migliori diserbanti sul mercato in termini di qualità, efficacia e sicurezza.

diserbante totale naturale acido acetico

Usare l’aceto come diserbante totale naturale

Come diserbante totale naturale è molto comune utilizzare l’aceto. Non parliamo dell’aceto che utilizziamo normalmente in cucina, ma di un aceto che presenta un valore di acidità 5 volte superiore. Questo è dovuto dal metodo di fermentazione perchè il grado di acidità varia in base all’azione dei batteri che ossidano l’etanolo contenuto nel vino, cereali e frutta.

Proprio questa elevata acidità permette all’acido acetico di essere adoperato come diserbante totale naturale poiché l’acidità contenuta esplica un’efficace azione caustica per il controllo della maggior parte delle erbe infestanti nonché di tutte le piante verdi.

Efficace prevalentemente su piccole erbe infestanti, muschio e alghe, è quindi consigliato per eliminare piccole piante che normalmente invadono i bordi dei vialetti e le fughe delle piastrelle del giardino (come negli esempi qui sotto riportati).

Diserbante fai da te o diserbante commerciale?

Abbiamo condotto un piccolo esperimento per misurare l’efficacia di un diserbante fai da te e di un diserbante commerciale, entrambi a base di aceto. Il diserbante fai da te è stato realizzato con aceto da cucina, sale e acqua. Il diserbante totale commerciale è invece composto da acido acetico diluito in acqua.

esempio di piccole erbe infestanti
Piccola erba infestante
muschio presente sulle fughe di piastrelle
Muschio

La sua efficacia diminuisce quando le piante infestanti hanno una certa dimensione, con un apparato vegetale ben sviluppato il prodotto avrà difficoltà a penetrare in profondità ed eliminare definitivamente le infestanti. Nel caso in cui si voglia sconfiggere delle erbe infestanti ben sviluppate sarà più opportuno optare per un diserbante con caratteristiche diverse come ad esempio HerbistopFinalsan (composti da principio attivo derivante dalla pianta del geranio).

L’acido acetico Flortis, diserbante totale potente e naturale

L’acido acetico Flortis è un liquido concentrato (di origine naturale al 100%) che necessita di essere diluito in acqua prima della somministrazione, il dosaggio è di 1 a 1 (un litro di acido acetico è da diluire in un litro d’acqua).

La somministrazione avviene per irrorazione utilizzando delle comuni ed economiche pompe a pressione, basterà diluire il prodotto direttamente all’interno del serbatoio, agitare il contenuto ed erogare il preparato attraverso l’apposita maniglia.

Sarà fondamentale irrorare bene le piante infestanti, da tenere però presente che stiamo parlando di un erbicida totale che a contatto con il prato e le piante avrà lo stesso effetto che si otterrà sulle erbacce.

erbe infestanti bordo vialetto
erbe infestanti secche

A distanza di qualche giorno dall’applicazione le erbe infestanti inizieranno a seccarsi e risulterà quindi più semplice rimuoverle.

Acido acetico Flortis 5 litri

Il maxiformato conviene! Invece che 52,5€ paghi solo 33,00€…in più ti offriamo uno sconto del 10%! inserisci la parola ACETO nell’apposito campo della pagina carrello o cassa per assicurarti questo sconto

Come usare un diserbante totale a base di acido acetico: le regole da rispettare

  1. Prima di aprire e utilizzare il prodotto è sempre bene consultare la scheda di sicurezza che puoi scaricare accedendo a questo link
  2. L’acido acetico Flortis è un diserbante per muschio, alghe e piccole piante infestanti (in fase di crescita iniziale)
  3. Utilizzare il prodotto in condizioni di asciutto (le erbe infestanti non devono essere bagnate)
  4. Possibilmente utilizzare l’acido acetico in assenza di vento (per evitare una dispersione nell’ambiente circostante)
  5. Utilizzare attrezzature adatte come ad esempio le pompe a pressione citate precedentemente in questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU