11 Feb

Cespugli sempreverdi da giardino: 9 arbusti per aiuole e giardini al sole

In questo articolo raccogliamo i nomi botanici, le immagini e i consigli di coltivazione dei più comuni cespugli sempreverdi da giardino adatti ad esposizioni soleggiate. Se l’area del giardino, aiuola o terrazzo che vuoi occupare con una bella pianta sempreverde da giardino riceve almeno 6 ore di luce diretta al giorno allora questi cespugli sempreverdi fanno al caso tuo.

Ma cosa si intende per cespuglio sempreverde da giardino?

I cespugli sempreverdi da giardino sono arbusti che vengono impiegati in giardini, aiuole e terrazzi per modellare l’ambiente circostante, creare profondità e donare colori durante tutto l’anno grazie alle foglie persistenti e alle fioriture. A differenza degli alberi i rami di queste piante da giardino sempreverdi si estendono a partire dalla base quasi a ridosso del terreno, crescono non più di 5 metri in altezza e si sviluppa prevalentemente in larghezza.

Esistono moltissime specie e varietà di arbusti sempreverdi da giardino, gli arbusti nani sono ad esempio più indicati a realizzare bordure di aiuole e viali, gli arbusti sempreverdi tappezzanti sono adatti a coprire il terreno, altre varietà di arbusti sono consigliati per realizzare delle siepi e altri arbusti ancora sono utilizzati singolarmente per mettere in evidenza le peculiarità estetiche della pianta.

Di seguito ti proponiamo tutte piante perenni che presentano peculiarità estetiche importanti e che quindi sono adatte ad essere coltivate singolarmente, a gruppi oppure a realizzare delle siepi. Indichiamo nomi di arbusti che vengono comunemente utilizzati in tutta Italia per realizzare aiuole da giardino e dare colore tutto l’anno ai tuoi spazi esterni.

Euonymus japonicus

Euonymus japonicus
Euonymus japonicus

L’Evonimo giapponese è una specie di arbusto sempreverde di medie dimensioni che raggiunge altezze massime di 2,5 metri e larghezze fino a 1,5 metri a seconda delle differenti varietà. Le più comuni sono l’Euonymus japonicus AlbomarginatusEuonymus japonicus Elegantissimus AureusEuonymus japonicus AureopictusEuonymus japonicus President Gauthier. Le diverse varietà si distinguono tra loro principalmente per i colori delle foglie. Facile da coltivare, ama i terreni ben drenati e le annaffiature moderate soprattutto durante la primavera-estate. L’Evonimo giapponese sopporta bene le potature e può essere adoperato per realizzare siepi, ma anche isolato o a gruppi per abbellire giardini e aiuole.

 

Laurus nobilis

laurus nobilis
Laurus nobilis

Comunemente chiamato alloro presenta foglie molto aromatiche, può raggiungere un’altezza di 5m e larghezza di 4-5m. Adatto a tutti i tipi di terreni, vive bene nelle zone costiere e in aree riparate nell’Italia settentrionale poiché teme il gelo. Di grande effetto per la formazione di siepi, ma anche molto gradevole se coltivato singolarmente. La pianta è molto resistente alle potature che generalmente sono da effettuarsi a fine inverno. Le annaffiature devono essere moderate in primavera-estate. Allo stesso genere appartiene anche il Lauroceraso (Prunus laurocerasus), arbusto molto utilizzato per realizzare siepi alte e sempreverdi.

 

Nandina domestica

nandina domestica
Nandina domestica

Cresce fino a 2,5m in altezza e 2m in larghezza, presenta una elegante forma arrotondata. Vuole terreni freschi e annaffiature moderate tutto l’anno, la potatura si effettua a fine inverno. La particolarità di questa pianta risiede nelle foglie che in primavera sono di un colore verde tenue, in autunno rossastre e in inverno si colorano di rosso scarlatto. La fioritura avviene in estate con infiorescenze bianche che in autunno lasciano spazio a delle bacche di un colore rosso vivo. La Nandina domestica è ideale per la coltivazione in piena terra e vaso, si impiega isolata, a gruppi oppure per realizzare delle siepi di media altezza.

 

Phillyrea

Phillyrea
Phillyrea

Cresce lentamente fino a 4-5m in altezza e 3 m in larghezza, presenta una forma arrotondata. Pianta tipica dell’area mediterranea molto resistente alla salsedine, si impiega anche per la realizzazione di siepi vicino al mare. Molto elegante e a bassa manutenzione si adatta a tutti i terreni, in primavera produce un fiore molto profumato seguito da frutti neri a maturazione. Le annaffiature sono moderate in primavera-estate e se necessario potature in autunno. Le varietà più comuni sono la Phillyrea agustifolia e la Phillyrea latifolia, quest’ultima si distingue per le foglie più larghe e spesse.

 

Pittosporum tobira

Pitosforo tobira nano

Il Pittosporum tobira è una delle specie di Pitosforo più diffusa in Italia, soprattutto nelle regioni centro-meridionali. Cresce con vigore fino a 3m in altezza e larghezza, presenta foglie dal colore verde intenso lucente dalla forma arrotondata. Da aprile a maggio compaiono dei bellissimi fiori bianchi che profumano d’arancio. E’ di facile coltivazione, necessita di terreno fertile e ben drenato, tollera bene la siccità e l’aria salmastra del mare. Le annaffiature devono essere regolari soprattutto nelle stagioni più calde e la potatura può essere effettuata in autunno. Essendo un arbusto che tollera bene le potature è indicato per la realizzazione di siepi. Altre varietà di Pittosporum tobira sono il Pittosporum tobira Nanum che presenta una crescita più contenuta e il Pittosporum tobira Variegatum che è caratterizzato da foglie variegate color bianco crema.

 

Ligustrum texanum

Ligustrum texanum
Ligustrum texanum

Arbusto molto vigoroso dalla crescita veloce che raggiunge i 2 metri in altezza e 1,5 metri in larghezza. Presenta un portamento eretto con foglie grandi, spesse e di un colore verde lucido. Non presenta particolari esigenze di coltivazione, si adatta a tutti i terreni e vuole regolari annaffiature soprattutto durante i mesi più caldi. La fioritura avviene in primavera, tra maggio e giugno, con fiorellini bianchi profumati raccolti a pannocchie. Tollera molto bene le potature e viene spesso adoperato per realizzare siepi, può anche essere piantato singolarmente o in gruppi. Il Ligustrum texanum Argenteum differisce per il fogliame variegato di bianco.

 

Viburnum lucidum

Viburnum lucidum
Viburnum lucidum

Il Viburnum lucidum è un arbusto sempreverde che raggiunge un’altezza e larghezza di circa 2,5m. La forma è arrotondata, presenta delle foglie molto grandi e, come suggerisce il nome, di un colore verde lucido. La pianta cresce velocemente in terreni fertili e ben drenati, le annaffiature devono essere regolari soprattutto nelle stagioni più calde anche se la pianta si adatta a situazioni di siccità. La fioritura avviene a fine inverno inizio primavera con piccoli fiori bianchi profumati. E’ un arbusto sempreverde molto robusto che necessita di poca manutenzione, sopporta bene le potature che devono essere effettuate a fine fioritura nei mesi di maggio giugno. Il Viburnum lucidum non è solo utilizzato per realizzare siepi sempreverdi, ma può essere impiegato singolarmente o a gruppi in giardini ed aiuole.

 

Feijoa sellowiana

Feijoa
Feijoa

Anche conosciuta come Acca sellowiana o Guayabo del Brasile è un arbusto sempreverde dalla forma tondeggiante che cresce fino ai 5 metri in altezza e larghezza. La pianta è celebre soprattutto per il frutto tropicale che matura in autunno e che in Italia viene coltivato con discreto successo, ma solo in alcune regioni. La Feijoa o Acca viene utilizzata anche come pianta ornamentale per la realizzazione di siepi o isolata e a gruppi in giardini e aiuole. Presenta un fogliame dalla forma ellittica, verde e argentato. La fioritura avviene a maggio-giugno, seguono i frutti che maturano in autunno. Vuole terreni fertili e ben drenati, si accontenta dell’acqua piovana ma è buona regola annaffiare la pianta con una certa regolarità durante la primavera-estate. Le potature sono da effettuarsi dopo la fioritura della pianta.

 

Osmanthus aquifolium

Osmanthus aquifolium
Osmanthus aquifolium

Arbusto sempreverde che cresce lentamente fino a 5 metri in altezza e 3 metri in larghezza. Presenta un fogliame appuntito ai margini, molto compatto e di un colore verde intenso. Questo arbusto è coltivato per la bellezza delle foglie ma anche per la particolarità dei fiori che emanano intense profumazioni in primavera. E’ un cespuglio sempreverde che si adatta a tutti i terreni, necessita di regolari annaffiature soprattutto nei mesi primaverili ed estivi, le potature non sono obbligatorie. L’Osmanthus aquifolium è un arbusto utilizzato singolarmente o a gruppi in aiuole e giardini ma anche per realizzare siepi.

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU