PIANTE D'APPARTAMENTO

Nephrolepis exaltata: Come coltivare in casa la Felce di Boston

Nephrolepis exaltata Come coltivare in casa la Felce di Boston

La Felce di Boston, ovvero Nephrolepis exaltata, è una pianta sempreverde coltivata spesso in appartamento. Originaria delle regioni tropicali Americane, questa Felce appartiene al genere Nephrolepis che conta all’incirca 30 specie conosciute. Tutte le specie di questo genere, compresa la Felce di Boston, sono conosciute per essere delle ottime piante che purificano gli ambienti interni. Nel suo ambiente naturale predilige l’ombra parziale o l’ombra piena, mentre se coltivata in casa preferisce la luce filtrata e luminosa.

Classificazione botanica

Famiglia: Nephrolepidaceae
Genere: Nephrolepis
Specie: N. exaltata
Altri nomi: Felce di Boston, Felce green lady, Nephrolepis, Felce Spada.

Caratteristiche della Felce di Boston

Felce di boston foglie

La Felce di Boston può raggiungere i 90 cm di altezza ed è caratterizzata da foglie che possono raggiungere una lunghezza notevole e 6-15 centimetri di larghezza, con pinnacoli alternati (le piccole “foglioline” su entrambi i lati della nervatura centrale). Ogni pinnacolo è lungo 2-8 centimetri e i bordi appaiono leggermente seghettati. Sebbene non produca fiori appariscenti, il suo fogliame lucido e fresco compensa ampiamente questa mancanza. È una pianta che, oltre ad essere piacevole alla vista, ha anche la capacità di purificare l’aria (come attestato da questo studio scientifico), rendendola un’aggiunta preziosa in ogni casa. Di facile coltivazione, la Felce di Boston si adatta a diverse condizioni, pur preferendo ambienti umidi, e resistendo bene alle avversità.

Nephrolepis exaltata cura e coltivazione

Manutenzione: Facile
Esposizione: Luce diffusa
Temperatura: Oltre 10°C
Annaffiatura: Regolare ma evitare ristagni
Concimazione: Ogni due settimane con concime liquido per piante verdi
Rinvaso: Quando necessario in Primavera

Nephrolepis exaltata cura

La Felce di Boston è una pianta che ama ambienti luminosi ma non direttamente esposti al sole. Infatti, preferisce la luce diffusa e può soffrire se posta sotto raggi solari intensi. È fondamentale assicurarsi di annaffiarla con regolarità, prestando però attenzione a evitare ristagni d’acqua: l’acqua in eccesso, infatti, può danneggiare gravemente la pianta. Il terreno ideale per questa felce è fertile e ben drenato, caratteristiche che aiutano a prevenire l’accumulo di umidità. A livello di resistenza termica, è bene sapere che non tollera temperature al di sotto dei 10°C. Infine, per garantire una crescita sana e rigogliosa, è consigliato concimare la Felce di Boston ogni due settimane durante la sua stagione di crescita, utilizzando un concime liquido.

Tossicità Nephrolepis exaltata

Fortunatamente, la Felce di Boston non è tossica e può essere collocata tranquillamente in un ambiente con bambini o animali domestici. È sempre buona prassi, tuttavia, prevenire qualsiasi ingestione da parte di piccoli e animali, per evitare reazioni allergiche o disturbi.

Curiosità sulla Felce di Boston

Il nome “Felce di Boston” deriva dalla popolarità che questa pianta ha guadagnato nella città di Boston nel 19° secolo. Nonostante il suo nome, non ha legami diretti con la città in termini di provenienza. È, invece, un emblema di eleganza e raffinatezza.

Varietà comuni di Nephrolepis exaltata

Tra i tipi di felce da appartamento più comuni troviamo:

Nephrolepis exaltata Green Lady: Questa varietà si distingue per il verde brillante e per la densità dei suoi frondi.
Nephrolepis exaltata ‘Bostoniensis’: Conosciuta come la “vera” Felce di Boston, presenta foglie leggermente ricurve e un aspetto più classico.
Nephrolepis exaltata ‘Elegantissima’: Questa varietà ha fronde particolarmente sottili e delicate, dando alla pianta un aspetto ancora più elegante e raffinato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *